Benvenut* a questo circolo virtuale per celebrare l’Equinozio Primaverile e spendere qualche minuto con Persefone come abbiamo fatto durante il Solstizio d’Inverno. 

Come dea associata sia con la morte che con la rinascita, Persefone a volte visita i sogni e la consapevolezza di coloro che attraversano la malattia, la sofferenza e contemplano la mortalità, ma che allo stesso tempo cercano speranza, guarigione e rinnovamento. Quanto conforto può arrivare dal sostegno della sua profonda conoscenza delle gioie della vita e della sua comprensione della morte, entrambe mantenute in eguale chiarezza. Lei è una perfetta guida nella continua transizione tra le dimensioni del vivere e del mistero della morte. 

Durante il mio viaggio di risanamento, ha aleggiato intorno alla mia coscienza, e non posso fare a meno di esplorare l'essenza della sua storia, la sua giovinezza, la perseveranza nell'adempiere ai suoi impegni, la fede nella sua capacità di destreggiarsi in ruoli così opposti, l'uso intrigante del tempo trascorso per metà con il marito e per metà con la madre - l'uomo che l'ha fatta nascere nella sua femminilità, come moglie e regina indipendente ma impegnata, e la donna che ha dato alla luce una figlia da nutrire e proteggere. 

Percepisco in Persefone un ponte tra la cruda consapevolezza di un adulto che deve co-creare responsabilmente e il pensiero magico del bambino che conserva la sua innocente leggerezza di cuore. Il mondo sotterraneo la trasforma, ma al contempo le permette di tornare a essere sempre giovane, resa più potente dalla sua esperienza. 

Lo so… lei è una dea… eppure insisto nel renderla umana e mi interrogo sui suoi dubbi, sulle sue incertezze, sul prezzo dei sacrifici fatti per adempiere ai ruoli che le sono stati assegnati, centrale tra i quali quello di incarnare l’equilibrio tra la vita e la morte. E dai figli che pare non abbia mai avuto, i suoi stessi istinti materni sono stati reindirizzati verso la natura nella sua totalità. A lei è affidato il compito di guidare le anime dei defunti con saggezza e riverenza per i misteri dell’aldilà. E, anno dopo anno, ci si aspetta categoricamente che irrori di gioia e vitalità il rinnovamento della natura. 

Mi chiedo... se la sua capacità di abbracciare sia il cambiamento sia la stabilità trovi radici nella sua profonda equanime comprensione della continua evoluzione della natura dell’esistenza, che la incorona come maestra di equilibrio.

A questo punto Persefone ha già mangiato il cibo del mondo sotterraneo. Consumare i semi è stata una sua scelta, anche se forse non era pienamente consapevole del contratto vincolante che essi rappresentavano. Tornerà sempre nel regno oscuro di Ade, suo marito, dove regna come regina presidiando la terra dei morti. 

Ma ora, subito dopo le Idi di Marzo, è pronta a tornare in superficie e a prendere la forma della dea della primavera per guarire l'aridità invernale e la morte apparente della terra. La sua sacra responsabilità è di garantire un futuro a tutti gli esseri sostenendo l’equilibrio tra la vita e la morte, la crescita e il decadimento. Mentre Persefone danza nei campi, ha in mente la discendenza, così come accadeva nell'ardente supplica di sua madre affinché il mondo potesse essere di nuovo onorato della sua graziosa presenza. 

Immagino questa donna sempre giovane che emerge con un passo di danza che risveglia la terra sotto i suoi piedi e che si riverbera nelle zone più lontane della terra. Forse la corrente della "febbre della primavera", l'emozione provata da piante, animali ed esseri umani è la vibrazione della sua danza di ritorno e di rinnovamento

E a una danza siamo invitati dagli Equinozi, una danza di equilibrio tra i mondi della notte e del giorno che per un breve momento condivideranno (approssimativamente) la stessa durata. La posizione archetipica degli Equinozi si estende sulla linea orizzontale del tempo cronologico, nella danza infinita tra gli opposti. Ma mentre l'equinozio d'autunno guarda al lontano passato dei nostri benevoli antenati, quello della primavera dirige il nostro sguardo verso i nostri discendenti, in un lontano futuro

Ti invito a godere del momento di pausa che l’Equinozio modella per noi, per trasformarlo in uno squisito apprezzamento dell'effimero momento presente. La vita è potente e preziosa; chiede a gran voce di liberarsi ed espandersi in ogni aspetto della natura. La forza vitale si spinge in avanti, forte della freschezza del suo risveglio. L'equilibrio che cerchiamo in questo Equinozio è tra risorse e desideri, tra sforzi e speranze.  L'impulso può essere intenso, ma se le risorse non sono allineate in qualità e quantità, la spinta della forza vitale potrebbe cadere nel vuoto. 

Allinearsi con il momento: invita il supporto per sostenere l'equilibrio tra i tuoi sogni, ciò che desideri realizzare e le risorse/condizioni a tua disposizione

Il mio suggerimento quest'anno è di ideare un rituale ispirato al desiderio primordiale di allinearsi con il momento e invitare il supporto per sostenere l'equilibrio tra i tuoi sogni, ciò che desideri realizzare e le risorse/condizioni a tua disposizione

Potresti essere chiamat* a concentrarti su qualcosa di molto concreto, o forse su un'intenzione generale di armonizzare i desideri e la loro effettiva realizzazione nella tua personalità o nella tua vita. Anche in questo caso, i desideri non sono solo di natura tangibile, anzi, secondo la mia esperienza è molto più efficace concentrarsi sulle intenzioni spirituali che su qualcosa di tangibile. Dopo tutto, il nostro substrato spirituale è il terreno dal quale la nostra realtà fisica si organizza. Potresti desiderare di co-creare questo momento con uno o più amici, ma è prezioso anche se lo fai da sol*.

E' molto più efficace concentrarsi sulle
intenzioni spirituali che su qualcosa di tangibile

Alcuni suggerimenti

In preparazione al rituale, puoi porre alla tua intuizione alcune domande personali che risuonano con le energie orientate al futuro dell'Equinozio di Primavera e la sua proiezione verso le generazioni a venire

Questi sono alcuni suggerimenti generali per il tuo diario, ai quali puoi aggiungere altri spunti: 

1. Sto vivendo un disallineamento o uno squilibrio in qualche area della mia vita? 

2. Quali passi posso fare per coltivare l'equilibrio e l'armonia tra le mie responsabilità nel "mondo esterno" e il mio benessere personale? 

3. Come posso sfruttare le energie creative dell'equinozio di primavera per immaginare e manifestare il mio equilibrio ideale tra lavoro/responsabilità e vita personale? 

4. Come posso sostenere un futuro appagante e gratificante per coloro che verranno dopo di me? 

Se Persefone è molto viva per te, ponila al centro del tuo lavoro o consulta il tuo mazzo SoulCollage® per determinare chi porre nella posizione di ricevere e ascoltare la tua richiesta. Le divinità della fertilità e gli spiriti della natura amano partecipare! 

Se non hai il tuo mazzo SoulCollage®, puoi scrivere un diario o consultare il tuo mazzo di carte preferito per capire quali sogni e risorse hai bisogno di bilanciare e come. Impegna la tua creatività per esprimere e ancorare tutto o parte di quanto sopra, con qualsiasi materiale e forma d'arte, o realizzando nuove carte SoulCollage® che nascono spontaneamente da queste riflessioni. 

Ora scrivi ciò che vorresti fare nel tempo dedicato all'equinozio di primavera: meditare, cantare, danzare, suonare il tamburo, suonare o ascoltare musica, una poesia che desideri leggere ad alta voce, Yoga, Tai-Chi... ecc. Elenca ciò che ti sembra giusto e organizzati per farlo. 

Se tra le offerte non c'è nulla che tu possa mangiare con sicurezza, prepara un po' di cibo da consumare alla fine del rituale e mettilo sull'Altaria. Se ti ispira, scegli ciò che indosserai per evocare la sensazione di primavera, o di equilibrio, e le speranze per il futuro.

Passaggi rituali e materiali

Questi sono i passaggi rituali e i materiali che ti invito a considerare: 

1. Se non ne hai uno, pulisci e allestisci uno "spazio di concentrazione sacra", o Altaria.

2. Colloca al centro dell'area posteriore del tuo spazio sacro una rappresentazione di chi sarà il destinatario di questo rituale. Può essere un simbolo o un'immagine. Lascia che la tua immaginazione faccia il lavoro per te! 

3. Prepara offerte semplici o elaborate come fiori, semi, uova, cereali, melograni e altri frutti di stagione, o qualsiasi altra cosa ti suggerisca la tua intuizione, come simboli di fertilità, abbondanza e rinnovamento. 

4. Decora lo spazio come desideri, consiglio almeno una candela. 

5. Puoi esporre le carte del SoulCollage® emerse durante la consultazione. 

6. Una volta che lo spazio è organizzato in modo soddisfacente, siediti nelle vicinanze e scrivi un'invocazione in forma di racconto o di poesia per esprimere l'essenza della tua richiesta e della tua speranza. 

7. Scrivi parole di apprezzamento e gratitudine da offrire prima di iniziare. 

8. Continua la celebrazione nel modo che hai immaginato. 

9. Una volta che senti di aver terminato, esprimi di nuovo apprezzamento e gratitudine all'equinozio e alla primavera per il rafforzamento della tua speranza, dell'equilibrio e della fiducia nel futuro. 

10. Consuma il tuo "pasto" sacro in silenzio. 

11. Rifletti su qualsiasi ispirazione o intuizione che hai ricevuto durante la cerimonia.

12. Se hai tempo, dai di nuovo sfogo alla tua creatività!

*Per esempio, puoi creare un mandala della natura con foglie, fiori, semi e pietre, disponendoli in uno schema circolare per simboleggiare la natura ciclica della vita e ponendo al centro un simbolo della pausa equilibrata dell'equinozio di primavera. L'arrivo dell'equinozio di primavera annuncia una moltitudine di trasformazioni nel mondo naturale, è un potente movimento in avanti pieno di promesse. 

L'equilibrio gioca un ruolo cruciale nella loro realizzazione. 

Gli alberi esplodono con gemme delicate che daranno una quantità abbondante o limitata di frutti a seconda dell'equilibrio del suolo e delle condizioni meteorologiche. Nelle diverse culture, i rituali associati all'equinozio di primavera servivano come espressione di gratitudine e devozione e come celebrazione comunitaria del mondo naturale e dei suoi cicli. Rafforzavano l'interconnessione dell'umanità con i ritmi della terra, alimentando un senso di continuità e tradizione, collegando gli individui ai loro antenati e ai loro discendenti. Anche se stai eseguendo questo momento rituale da sol*, non sei e non sarai sol*

L'Equinozio di Primavera, come tutti i momenti significativi del calendario della Terra e del Sole, ci ricorda la nostra responsabilità di gestire la Terra e le sue risorse a beneficio delle generazioni future. Onorando l'equinozio di primavera, affermiamo il nostro impegno a coltivare il potenziale dei futuri discendenti e a preservare l'eredità del mondo naturale per le generazioni a venire.

Archetipi associati all'Equinozio di Primavera

Diversi archetipi risuonano fortemente con i temi dell'equinozio di primavera; considerando la nostra attenzione a Persefone e all'equilibrio tra sogni/progetti e risorse, quelli che ci vengono in mente sono l'Equilibratore o Armonizzatore, che rappresenta la necessità di equilibrio e bilanciamento in tutti gli aspetti della vita, compresa l'allocazione delle risorse e il perseguimento dei desideri. 

Lo Spirito Gioioso che porta con sé l'energia vibrante infantile che desideriamo proteggere nei nostri discendenti. Il "Fuoco dei Bambini" è naturalmente tra noi, profondamente radicato nella saggezza indigena che rappresenta la sacra responsabilità di proteggere e preservare il benessere delle generazioni future; è un archetipo a cui Seena Frost tiene molto e che ha onorato con una carta molto amata nel suo mazzo SoulCollage®. Ma questo aspetto lo approfondiremo in un'altra occasione. 

Aspetto i tuoi commenti! 

Che l'equinozio di primavera possa darti una pausa per seminare l'equilibrio di cui hai più bisogno. 


Grazie per essere qui. 

Molto amore e Luce, Mariabruna 

P.s. Notizie Celesti

Quando la Terra orbita intorno al Sole, l'inclinazione del suo asse provoca l'alternarsi delle stagioni. Durante l'equinozio di primavera, l'inclinazione dell'asse terrestre è tale che entrambi gli emisferi ricevono la stessa quantità di luce solare, determinando la stessa durata del giorno e della notte. Questo allineamento unico innesca una cascata di fenomeni in tutto il pianeta, segnalando il risveglio della vita. 

Questo evento astronomico segna il momento preciso in cui il sole attraversa l'equatore celeste, dirigendosi verso nord, in modo che il giorno e la notte diventino approssimativamente di uguale durata. Nell'emisfero settentrionale annuncia l'inizio della primavera, una stagione di rinnovamento, rinascita e ringiovanimento. 

Lo stesso giorno, nell'emisfero meridionale, segna l'inizio dell'autunno, che porta l'attenzione verso il raccolto, la condivisione, il bilancio delle risorse. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.